La cura dell’orologio

la cura dell'orologio

Come prendersi cura del proprio orologio per mantenerlo sempre come nuovo

Un orologio non è per sempre, ma può diventarlo. Con una serie di semplici accorgimenti è possibile preservare il corretto funzionamento dell’orologio per garantirgli una lunga vita.

COME PRENDERSI CURA DELL’OROLOGIO?

  1. Per preservare la brillantezza e la superficie della cassa senza scalfiture, è opportuno non indossare bracciali allo stesso polso in cui si indossa l’orologio, per evitare graffi e microlesioni.
  2. Proteggere l’orologio da vari fattori esterni, come:

TEMPERATURA

Non esporre l’orologio a temperature estreme. Temperature superiori ai 60 gradi o inferiori allo zero possono ridurre il ciclo di vita della batteria. Sia gli orologi meccanici che quelli al quarzo sono sensibili agli sbalzi bruschi di temperatura, che vanno evitati il più possibile.

VIBRAZIONI E URTI ASSOCIATI AD ATTIVITÀ SPORTIVE

Nell’esercizio di alcune discipline sportive quali il calcio, il tennis, il basket o il golf, può capitare che l’orologio venga esposto a urti e vibrazioni collegate ad azioni di gioco e movimenti. La raccomandazione ovvia è quella di non indossare i cronografi più preziosi durante l’esercizio sportivo, al fine di proteggerli dalle vibrazioni che potrebbero danneggiarne il movimento.

PRODOTTI CHIMICI

Evitare quanto più possibile qualsiasi contatto diretto con prodotti chimici come detersivi domestici, cosmetici, profumi, ecc. Tali sostanze possono infatti danneggiare le guarnizioni oltre che corrodere la cassa e il bracciale.

MAGNETISMO

Poggiare l’orologio vicino ad apparecchi elettronici che generano forti campi magnetici può creare problemi al funzionamento dei meccanismi interni, sia per i modelli meccanici che per quelli digitali. L’effetto su un modello al quarzo sarà di durata breve e comunque limitata al periodo di tempo per cui l’orologio rimane all’interno del campo magnetico. I modelli meccanici, invece, a carica automatica o manuale, sono più sensibili ai campi magnetici e potrebbero aver bisogno di un’assistenza professionale.

IMPERMEABILITÀ

L’impermeabilità di un orologio è una delle caratteristiche fondamentali di molti modelli in circolazione. Non offre protezione solo dall’acqua, ma anche dalla polvere e dall’umidità generica. Il naturale processo di deterioramento delle guarnizioni, l’usura (nel caso di modelli a carica manuale) o i danni subiti dalla corona in seguito a urti accidentali possono inficiare in modo significativo l’impermeabilità di un segnatempo. Ecco perché si raccomanda di far controllare l’impermeabilità dell’orologio ogni 12 mesi, preferibilmente prima delle vacanze estive. Importante: non estrarre la corona di carica né premere i pulsanti per cambiare la data o avviare il cronografo quando l’orologio è immerso nell’acqua: potrebbe entrare nella cassa e danneggiare il movimento.

la cura dell'orologio

Manutenzione ordinaria:

CORONA AVVITATA

Per proteggere l’orologio dall’umidità e da infiltrazioni di acqua, è fondamentale avvitare fermamente la corona di carica, facendo attenzione a non forzarla eccessivamente in modo da preservare le guarnizioni il più a lungo possibile.

MANUTENZIONE REGOLARE

Un orologio è un oggetto delicato che richiede costantemente cura e attenzione. Per preservare il perfetto funzionamento di un orologio, si raccomanda una manutenzione regolare che passa prima di tutto da una pulizia frequente. Le pulizie ordinarie dell’orologio possono essere fatte con un panno morbido e asciutto (solitamente si usano quelli per pulire le lenti degli occhiali). Se necessario, è possibile spazzolare molto delicatamente il bracciale di metallo e il retro dell’orologio con uno spazzolino (anche da denti) asciutto.

BRACCIALE IN ACCIAIO

Va spazzolato delicatamente (il periodo ideale è dopo l’estate) con uno spazzolino morbido (come uno spazzolino da denti) per rimuovere eventuali granelli di polvere e/o di sabbia intrappolati tra le maglie.

CINTURINO IN PELLE

Il ciclo di vita di un cinturino in pelle cambia a seconda dell’uso e dalle circostanze in cui si indossa l’orologio. Per mantenere il cinturino sempre in ottime condizioni bisogna evitare il contatto con acqua o sostanze, così come l’esposizione prolungata ai raggi del sole o UV, che possono alterare il colore del cinturino. Per pulire o lucidare un cinturino in pelle, vanno prodotti specifici per la pulizia della pelle. Importante: In estate, un cinturino in pelle è maggiormente esposto a fattori esterni che potrebbero usurarlo. Può essere un’idea sostituirlo temporaneamente con un cinturino di diverso materiale (magari più resistente).

OROLOGIO AUTOMATICO

L’efficienza del processo di carica automatica è connessa ai movimenti del braccio su cui si sceglie di indossare l’orologio. Quando è completamente carico, l’orologio ha un’autonomia di 40-60 ore. La riserva di carica accumulata consente all’orologio di funzionare durante le ore notturne. Tuttavia, se non indossato per diversi giorni, l’orologio si fermerà inevitabilmente o avrà una riserva di carica insufficiente per garantire una precisione impeccabile. Prima di indossarlo nuovamente, quindi, è opportuno caricare l’orologio manualmente ruotando la corona in senso orario per circa 20 giri al fine di assicurarne il perfetto funzionamento.

OROLOGI MECCANICI A CARICA MANUALE

Alcuni orologi sono dotati di movimenti meccanici a carica manuale. Gli orologi appartenenti a questa categoria devono essere caricati ogni giorno ruotando la corona in senso orario fino al suo punto di arresto. È importante non caricare ulteriormente la corona per evitare di danneggiare il movimento. L’autonomia di un movimento meccanico a carica manuale corrisponde a 40 ore circa. Dopo questo arco di tempo, l’orologio si arresterà per mancanza di energia.

OROLOGIO AL QUARZO

Alcuni modelli di orologi sono dotati di movimenti al quarzo. L’ora e la data vengono regolate in maniera tradizionale mediante la corona di carica. Il ciclo di vita di una pila al quarzo oscilla dai 2 ai 5 anni. Non si deve mai lasciare una pila esaurita all’interno dell’orologio in quanto, degradandosi, può danneggiare il movimento.

la cura dell'orologio

(Fonte: Baume et Mercier)